"Per vino nuovo otri nuovi " - Orientamenti e sfide della VC

1 agosto 2017

Il documento, pubblicato dalla CIVCSVA nel mese di febbraio c.a., è il risultato della riflessione avvenuta nella Plenaria del 2014 della Congregazione e del dibattito nato nei vari eventi organizzati nell’ambito dell’Anno della Vita Consacrata.
La Plenaria della Congregazione ha voluto cercare di ascoltare e capire quali cambiamenti la società chiede alla Vita consacrata: siamo davanti a una resistenza che non vuole bere il vino nuovo e non vuole nessun cambiamento? Oppure continuiamo a voler mettere vino nuovo in otri vecchi?
Assumendo i grandi sforzi fatti dalla Vita consacrata nel postconcilio per accogliere i cambiamenti, ci si appella ora all’esigenza di un nuovo discernimento “se vogliamo parlare ai nostri contemporanei”, alla luce delle spinte di Papa Francesco a una riforma continua della Chiesa.
Si legge nell’Introduzione: “I presenti orientamenti si collocano nella linea di un esercizio di discernimento evangelico, nel quale si cerca di riconoscere – alla luce dello Spirito – quell’’appello, che Dio fa risuonare nella stessa situazione storica… Esercizio di discernimento ecclesiale mediante il quale i consacrati e le consacrate sono chiamati a intraprendere nuovi passaggi affinché gli ideali e la dottrina prendano carne nella vita: sistemi, strutture, diaconie, stili, relazioni e linguaggi. Alla vita consacrata può accadere (…) di trovarsi di fronte a sfide ancora aperte che vanno affrontate ‘con determinazione e con lungimiranza’.
Nella prospettiva di un esercizio di discernimento questi orientamenti intendono leggere pratiche inadeguate, indicare processi bloccati, porre domande concrete, chiedere ragione circa le strutture di relazione, di governo, di formazione, circa il reale sostegno dato alla forma evangelica di vita delle persone consacrate.”
Il centro del discernimento è il cambiamento. Non decidere serve solo ad accelerare le criticità che la Vita consacrata sta vivendo.

S’invitano le religiose a leggere questo documento che si presenta semplice, puntuale e coinvolgente, a meditare questo testo e a sognare strade concrete di attuazione delle linee orientative, soprattutto nella parte dedicata al Governo, alle relazioni e alla formazione.