Sospinti dallo Spirito per la missione

7 maggio 2017

Con il Messaggio della 54° GMPV "Sospinti dallo Spirito per la missione", Papa Francesco riprende un tema essenziale e radicale nell'essere discepoli di Gesù e del Vangelo: il coraggio dell'essere missione. L'aveva già lasciato intuire nel Messaggio del 2014, quando, delineando i tratti della pedagogia della santità, aveva identificato tre sentieri vocazionali da percorrere che hanno scqandito l'itinerario dell'annuncio nvocazionale in questo triennio: lo stupore, la gratitudine e l'adorazione-missione. Lo slogan, che accompagna il percorso di questo anno è: Alzati, va' e non temere. Sono le parole che Dio rivolge al profeta Giona e che sono rivolte a ciascuno di noi. Come Giona, spesso restiamo bloccati dalla paura, perplessi e rannicchiati di fronte all'imprevisto. Ci dimentichiamo o non prendiamo abbastanza sul serio quelle parole luminose di cui è piena la Bibbia: "Non temere".
Vivere la certezza di questa carezza di Dio significa far posto alla fiducia e alla speranza, al coraggio di essere missione.
Dice il Papa: Cari fratelli e sorelle, ancora oggi possiamo ritrovare l'ardore dell'annuncio e proporre, soprattutto ai giovani, la sequela di Cristo. Dinanzi alla diffusa sensazione di una fede stanca o ridotta a meri "doveri da compiere", i nostri giovani hanno il desiderio di scoprire il fascino sempre attuale della figura di Gesù, di lasciarsi interrogare e provocare dalle sue parole e dai suoi gesti e, infine, di sognare, grazie a Lui, una vita pienamente umana, lieta di spendersi nell'amore".

AllegatoDimensione
File MESSAGGIO PAPA GIORN. DELLE VOCAZIONI.docx 16.77 KB