Sandomierz-PL: L'incontro con Mons.Krzysztof Nitkiewicz

01 luglio 2020

Il giorno 1 luglio, alle ore 12.00, la Madre e l'Economa Sr Franca Elisa Aiello si sono recate a Sandomierz, una città antica, sede della Curia Diocesana, per incontrare il Vescovo e avere indicazioni sul campo apostolico delle religiose da definire in termini spaziali e sul mantenimento della comunità religiosa, perché abbia l’autonomia economica. Naturalmente in questi anni, dal 2011 è stata aiutata dalla Curia generalizia.
L'accoglienza del Vescovo è stata molto cordiale, da ponte di comunicazione c’è stato il Nunzio Mons. Salvatore Pennacchio che da Varsavia aveva fatto una telefonata per richiedere l'appuntamento. La conversazione si è sviluppata su due questioni:
- Il progetto della costruzione della Casa per sordi soli, opera per la quale siamo state chiamate dal sacerdote don Czeslaw Wala
- Il campo apostolico della comunità religiosa
In merito al progetto della costruzione egli ha mostrato qualche timore sulla base delle seguenti argomentazioni : la collocazione del progetto, cioè in Rudnick che è un piccolo paese dove ci sono pochissimi sordi, dove non ci sono attrattive se non la bellezza del silenzio e la natura. Tale progetto appare ai suoi occhi una cattedrale nel deserto.
- La comunità religiosa si è inserita nella pastorale dei sordi, collabora con un giovane sacerdote, Padre Stanislau...... che è il responsabile della pastorale diocesana in questo settore, con il quale le religiose danno un prezioso contributo e sono amate dai sordi. Hanno la passione per la missione e anche la loro piccola casa si è aperta all’accoglienza e all’incontro. Hanno un programma di incontri settimanale che puntualmente eseguono. Tale campo apostolico appare molto limitato nel tempo e, inoltre, non consente alla comunità di poter vivere in autonomia economica perché è un lavoro di volontariato.
Sua Ecc.za, da Padre, ci ha suggerito alcune proposte e altri campi apostolici in cui è possibile l'inserimento. Abbiamo ascoltato, visitato i posti viciniori a Rudnick, preso il tempo per discernere, insieme con il Consiglio, il cammino da fare.