Polonia - Padre Wala: A Dio e non Addio!

31 maggio 2020

La notizia della morte santa di Don Czesław Wala ci ha lasciato sbigottite, in silenzio orante e in muto pensare. Il Padre si è allontanato da quanti l’amavano senza far rumore, presago della sofferenza che avrebbe provocato nel cuore di tutti, specie dei suoi sordomuti. E' prevalso il sentimento della preghiera per recuperare l’energia della speranza, il coraggio della missione, la passione della sua vita.
Noi, Suore Salesiane dei Sacri Cuori, chiamate a esprimere nella Chiesa il carisma evangelico dell’Effatà, per invito di questo santo sacerdote, zelante apostolo di Cristo, padre di una immensa schiera di figli spirituali, ci troviamo in Polonia, nella piccola cittadina di Rudnick nad Sanem e, pur se forestiere, non ci sentivamo tali perchè amate, protette, custodite dalla Sua presenza. La paternità spirituale di Don Wala, visibile e tangibile, ci ha dato il coraggio d’intraprendere un cammino in questa terra per una causa comune: l’annuncio della speranza, dell’amore a persone disabili nella relazione comunicativa verbale.
Egli era l’immagine di Cristo PADRE E PASTORE, dinanzi a Lui si respirava l’aria di serena fiducia perchè il suo sguardo era in avanti, proiettato in un orizzonte umano divino, da cui riusciva ad affrontare i quotidiani problemi.
Ci ha sempre sorpreso la sua grande generosità nei confronti della nostra famiglia: ci ha donato un’abitazione, ci ha seguite nei nostri primi passi, ci ha curato come un Padre cura i suoi figli, ha gioito ogni qualvolta ci vedeva ritornare in loco, dopo un periodo di allontanamento. Il suo timore: il nostro rientro in Italia senza ritorno......
Grazie, Padre Wala, sacerdote di Dio, apostolo infaticabile di carità, nella pienezza della tua umanità hai rispecchiato le virtù cardinali e teologali allo stato eroico. La tua memoria sia benedetta; la tua corona sia la lampada della carità concreta per tutti; la tua forza spirituale doni a noi, figlie dello Smaldone, il coraggio di continuare sulla strada intrapresa, fiduciose che la tua vicinanza ci aiuterà a vivere la comunione e la profezia. Grazie, Padre Wala!