La Chiesa di Lecce in festa per San Filippo Smaldone

04 giugno 2019

Solenni festeggiamenti in Lecce in onore di San Filippo Smaldone, apostolo dei sordi, fondatore dele Suore Salesiane dei Sacri Cuori; un santo la cui opera non si è limitata alla carità verso i poveri ma che ha respirato e alimentato ampiamente la spiritualità ecclessiale della diocesi di Lecce e del Salento. Le qualità sacerdotali del Santo sono state esemplari: dallo spirito di preghiera profonda all'esercizio del ministero con zelo e amore. Ha reso la Chiesa delle Scalze, oggi Santuario diocesano "San Filippo Smaldone", centro di vita liturgica e di culto eucaristico, alle cui sorgenti di grazia ha attinto tutta la città. Egli stesso si recava ad adoorare il Santissimo esposto nelle Chiese di Lecce per le Quarantore, prostrandosi in profondo raccoglimento dinanzi al Signore. E' stato per questa sua pietà eucaristica nominato direttorfe diocesno della lega Eucaristica dei Sacerdoti adoratori. Inoltre ha istituito e guidato spirituslmente le Dame Eucaristiche e ha propagato la devozione al Gesà Bambino di Praga. Ha profuso le sue energie anche per l'Associaione Giuardia di onore al sacro Cuore, costituita per creare un'incessante corona di persone oranti dal giorno alla notte, impegnandosi personalmente ad adorare nei giorni feriali dalle sei alle sette. E' stato direttore e confessore dei seminaristi e di molte congregazioni religiose femminili. Per le sue figlie spirituali ha voluto e promosso la Catena eucaristica che ancora oggi, a distanza di 135 anni di fondazione, è in vita nella Congregqzione.
Perla del clero leccese, padre, fondatore e formatore delle Salesiane dei Sacri Cuori, missionario della carità verso la categoria di persone su cui pesavano gravi pregiudizi che impedivano di cogliere e di rispettare la dignità della persona per la sua minorazione sensoriale, uomo di fede solida, di speranza incrollabile, di carità operosa: profeta di una Chiesa in esodo, un samaritano che si curva sulle sofferenze del fratello. Grande San Filippo! La sua protezione assista la chiesa tutta, le Sue Figlie e i suoi amati sordomuti.