Decalogo salesiano

20.01.2016

E’ un testo scritto su un poster presso il Castello di Allinges, luogo di sosta e di preghiera di san Francesco nel periodo della difficile missione di evangelizzazione dello Chablais. Il testo è dei Missionari di S. Francesco di Sales.

1. Prima di tutto cercare di piacere a Dio: «Ecco il centro della mia anima e il polo immobile, intorno al quale ruotano tutti i miei desideri e tutti i miei movimenti».
2. Nulla per forza, tutto per amore: «Ecco la regola generale della nostra obbedienza: bisogna fare tutto per amore, e nulla per forza. Bisogna piuttosto amare l’obbedienza che temere la disobbedienza… Vi lascio lo spirito di libertà, quello che esclude la costrizione, lo scrupolo e l’agitazione».
3. Nulla chiedere, nulla rifiutare: «Restare nelle braccia della Provvidenza, senza fermarsi su nessun altro desiderio, se non quello di volere ciò che Dio vuole da noi».
4. Andare dall’interno verso l’esterno: «Non ho mai potuto approvare il metodo di coloro che, per riformare l’uomo, cominciano dall’esterno, dal contegno, dagli abiti, dai cappelli. Mi sembra, al contrario, che si debba cominciare dall’interno... Poiché il cuore è la sorgente delle azioni, esse sono tali quale è il cuore... Chi ha Gesù nel suo cuore, lo ha subito dopo in tutte le azioni esteriori».
5. Andare tranquillamente, «con una dolce diligenza». «La fretta, l’agitazione non servono a nulla; il desiderio di una vita spirituale è buono, ma deve essere senza agitazione». «La guarigione che si fa tranquillamente è sempre la più sicura». «Dobbiamo essere quello che siamo e esserlo bene, per fare onore all’Artefice, di cui siamo l’opera».
6. Pensare soltanto all’“oggi di Dio”: «Pensiamo di fare bene le nostre cose oggi, e quando arriverà il giorno di domani, si chiamerà anch’esso oggi, e allora ci penseremo».
7. Ricominciare ogni giorno: «Ogni giorno dobbiamo cominciare il nostro progresso spirituale, e pensando bene a questo, non ci meraviglieremo di trovare in noi delle miserie. Non c’è nulla che sia già tutto fatto; bisogna ricominciare e ricominciare di buon cuore».
8. Mettere a profitto tutte le occasioni: «Sopportate con dolcezza le piccole ingiustizie, le piccole incomodità, le perdite di poca importanza che capitano ogni giorno. Queste piccole occasioni vissute con amore vi guadagneranno il cuore di Dio e lo faranno tutto vostro».
9. Stare allegri: «Andate avanti con gioia e con il cuore aperto più che potete; e se non andate sempre con gioia, andate sempre con coraggio e fiducia».
10. Vivere in spirito di libertà: «Io non mi faccio nessuno scrupolo di lasciare il mio regolamento di vita quando lo richiede il servizio delle mie pecorelle... Dio mi fa la grazia di amare la santa libertà di spirito così come di odiare la dissoluzione e il libertinaggio».