Campanha (MG): La gioia del Vangelo x una Chiesa in esodo

12-15 ottobre 2017

“Chi siete? I missionari” Con questo grido di gioia è iniziata la Missione Smaldoniana a Campanha-MG/Brasil. Le suore Salesiane, le giovani della Casa di Formazione di Brasilia, insieme a P. Rogeiro, direttore spirituale della missione, sono partiti dal 12 al 15 ottobre di questo anno per annunciare, di porta in porta, la gioia del Vangelo per una Chiesa in esodo.
Sono stati giorni fantastici nell’incontro con Cristo nei più poveri, in due periferie della città di Campanha-MG. Non soltanto nei poveri di beni materiali, ma anche nei poveri di Dio che non possiedono la ricchezza del Vangelo.
L’allegria è il segno distintivo delle Missioni Smaldoniane. Una gioia che ha spinto giovani a fare un cammino di discernimento vocazionale nella vita religiosa, nel carisma delle suore salesiane.
In una comunità in campagna le Suore hanno pregato il rosario con i fedeli e Pe. Rogeiro ha confessato. Dopo, tutti sono andati in un campo di calcio con i bambini, i giovani e gli adulti per giocare e alla fine c’è stato un bel momento di preghiera.
In una comunità della periferia della Città, nella Cappela Nossa Senhora Rainha da Paz, c’è stata una processione luminosa dove ogni suora passava e dava una candela accesa alle persone che uscivano per vedere cosa stava succedendo, e in questo momento le suore offrivano la candela e dicevano: la luce di Cristo è nella tua vita e nel tuo cuore!
Mentre le religiose andavano di casa in casa condividendo la gioa del Vangelo,visitavano i malati e quelli che da molto tempo non si confessavano, Pe. Rogeiro portava loro il perdono di Dio con la confessione e il conforto con l’unzione degli infermi.
Il momento di adorazione è stato bello! E’ stato fatto il nightfever, con l'esposizione del Santissimo nella Cattedrale per l’adorazione e le religiose sono andate in piazza distribuendo una candela alle persone che incontravano invitandole ad andare in Chiesa per incontrare Gesù nell’Ostia Santa.
Che Dio continui a benedire quanti ascoltano il grido del Vicario di Cristo, Papa Francesco, che sta promovendo la cultura dell’incontro, in una Chiesa in uscita.