Brasile: Vocazione: grazia, dono e risposta

24 gennaio 2018

Grande esultanza spirituale nella Parrocchia di Anapolis, dove alle ore 19.30 locali, del 24 gennaio 2019, festa della solennità di San Francesco di Sales, patrono della Congregazione delle Suore Salesiane dei Sacri Cuori, si è svolta la Cerimonia della Professione religiosa della giovane Bruna, durante la Celebrazione eucaristica presiedurta dal Nunzio apostolico del Brasile, Mons. Giovanni D'Aniello. La Chiesa, gremita all'inverosimile di fedeli, e soprattutto di giovani, nonchè di religiose della famiglia religiosa, lodava il Signore per il dono della vocazione alla vita consacrata di Bruna e della risposta generosa e libera, da lei pronunciata davanti all'Altare di Dio, ai ministri concelebranti, alla Rappresentante dell'Istituto Sr Ines De Giorgi, dei suoi parenti, delle molte consorelle presenti al sacro rito.
Quando Dio chiama, attrae e seduce. Bruna, attratta dall'Ideale di seguire Cristo vivendo in intimità con Lui e servendo i fratelli, specie se piccoli, disabili e fragili, si è presentata matura e responsabile dell'offerta della propria persona ed ha espresso tale volontà con l'impegno di vivere seguendo i Consigli evangelici di povertà, castità e obbedienza. La parola chiave che sostiene la sua fedeltà è Cristo che le sussurra al cuore: "Ho scritto sulla roccia - ti amo per sempre". la giovane, esprimendo il suo "Si" coraggioso e generoso, ha capito che il segreto della vocazione è uscire da se stessa e mettersi al servizio di Dio. Con questa disposizione può operare la vera rivoluzione contro i poteri forti dell'arrivismo, dell'indivualismo, delle ideologie.