Archivio In primo piano

Il Sinodo sulla famiglia

Questo sinodo è stato ricco di attese, di colpi di scena, di maneggi mediatici e di fatica, come ha detto anche il papa, ma soprattutto è stato, ancora una volta, un’esperienza forte di comunione e di dialogo. I padri convenuti da ogni parte del mondo, attraverso il metodo della sinodalità, hanno testimoniato, infatti, che la Chiesa è una comunità in cammino con la storia, attenta a portare nelle situazioni concrete la mediazione della presenza di Dio che guarisce e che salva.

Lecce: la Chiesa festeggia il decennale del Santo

Comunità leccese in festa in vista dell'apertura del decennale della canonizzazione di San Filippo Smaldone, proclamato santo da Benedetto XVI il 15 ottobre 2006. Fondatore delle Suore Salesiane dei Sacri Cuori, il Santo morì a Lecce il 4 giugno 1923, e nella Chiesa delle Scalze, oggi Santuario diocesano, sono custodite le sue reliquie. Nel capoluogo salentino operò per gran parte della sua vita, soprattutto per il sostegno e l'educazione morale dei sordomuti. E la città celebra il suo Santo con un anno pieno di iniziative, che culminerà il 15 ottobre 2016.

Il primo testo di storia dell'Istituto

La rev.da Madre e il Consiglio offrono alle sorelle il primo testo di storia della nostra famiglia, dal titolo: "Suore Salesiane dei Sacri Cuori - nascita e sviluppo di una Congregazione".
Gli Autori sono: Hervé Cavallera, docente presso l'Università del Salento di Lecce, e Suor Ines De Giorgi, Vicaria generale. Sarà presentato e consegnato alle Capitolari il giorno 4 luglio, in anteprima; la presentazione ufficiale è stata prevista per il 15 ottobre 2015, inizio delle celebrazioni del 10 anniversario di canonizzazione del Padre.

Madre Maria: Vivere la maternità consacrata

L'essere consacrata vuol dire sperimentare e vivere la maternità con un amore che viene da Cristo.
Auguro a tutte voi, che sperimentiate il Suo Amore per poter amare come Egli ci ha amato e ci ama.
La nostra maternitá consacrata sia sempre feconda, come quella della Beata Vergine Maria, anche e, soprattutto, quando ha il sapore della sofferenza, del limite, della malattia.
Chiedo scusa se non rispondo singolarmente ai messaggi; ringrazio tutte e auguro a ciascuna di vivere la maternità consacrata con gioia!
Il Signore vi benedica. Un abbraccio!

Pagine